Lo stato in luogo in tedesco

Formazione dello stato in luogo in tedesco con le preposizioni in, auf, an, bei

Visto che l’articolo sulla formazione del moto a luogo è stato apprezzato, qui di seguito tratteremo lo stato in luogo. Come probabilmente ricorderete, in tedesco ci sono alcune preposizioni che reggono sempre il dativo (aus, bei, gegenüber, mit, seit, von, zu) altre sempre l’accusativo (bis, durch, für, gegen, ohne, um) e un terzo tipo di cui ci occuperemo in questo post che regge il dativo e l’accusativo a secondo della funzione all’interno della frase. Come nel precedente articolo trattiamo qui le preposizioni più comuni per formare lo stato in luogo. Naturalmente se ne usano anche molte altre, come visto ad esempio a proposito dei verbi di posizione.

Continua a leggere

Le frasi causali in tedesco

Le proposizioni causali introdotte dai pronomi interrogativi Warum? Weshalb? Wieso?

Come in italiano anche in tedesco le frasi causali indicano un motivo o una causa. A differenza dell’italiano, dove si usa “perché” sia per chiedere che per rispondere, in tedesco si distinguono i pronomi interrogativi con cui si formulano le domande dalle congiunzioni con cui si formulano risposte o motivazioni.

Continua a leggere

Il moto a luogo in tedesco

Formazione del moto a luogo in tedesco con le preposizioni nach, zu, in, auf, an.

Le preposizioni costituiscono una sfida per chiunque sia alle prese con il tedesco. Ne abbiamo già accennato a proposito dei verbi di posizione e in questo articolo tratteremo più nello specifico i diversi modi per esprimere  il moto a luogo in tedesco. In un post strettamente correlato al presente trattiamo invece lo stato in luogo. L’uso della corretta preposizione spesso crea confusione e non è raro sentire errori comuni legati all’uso di nach, zu, in o auf. Bastano poche dritte per capire perché “Ich fahre nach Schwimmbad” è scorretto e perché zu regge il dativo anche se si tratta di un moto a luogo.

Dare una o più regole generali che funzionano sempre e comunque è un proposito alquanto difficile; diciamo che per la maggior parte dei casi comuni si può ragionare ponendosi una semplice domanda:

Dove voglio andare?

Continua a leggere

I verbi di posizione in tedesco

I verbi di posizione: stehen – stellen, liegen – legen, sitzen – setzen

Tutti sanno che il tedesco è una lingua molto precisa. In italiano abbiamo il verbo mettere che in inglese corrisponde al verbo put. In tedesco ovviamente non è sufficiente un solo verbo: in italiano e in inglese possiamo mettere una bottiglia sul tavolo e un libro sul letto senza grosse complicazioni linguistiche. In tedesco si tiene conto non solo della posizione dell’oggetto ma anche del fatto se esso sia in movimento o no.

A prima vista sembrerà complicato, ma nessuno può mettere in dubbio che la posizione della bottiglia e del libro in effetti non sono uguali. Il libro giace sul letto orizzontalmente, mentre la bottiglia sta in piedi sul tavolo verticalmente. Per il libro in tedesco viene usato il verbo liegen – legen, per la bottiglia  invece stehen – stellen. C’è poi un terzo verbo che esprime il concetto di mettere qualcosa a sedere (per esempio un bambino, ma anche se stessi) sitzen – setzen. Senza approfondimenti i verbi di posizione potranno sembrare un po’ ostici, ma in tedesco c’è una spiegazione logica per tutto.

Continua a leggere